Corretta manutenzione della protesi provvisoria dentale

Manutenzione protesi provvisorie

Le protesi provvisorie sono protesi temporanee che il paziente porta nel periodo intercorrente tra la preparazione dei denti e l’applicazione delle protesi definitive. La funzione della protesi provvisoria è mantenere uno stato di confort masticatorio (funzionale) ed estetico durante la terapia. Le protesi temporanee vengono cementate per mezzo di un cemento provvisorio che permette la facile rimozione da parte del dentista. La manutenzione protesi provvisorie resta comunque un aspetto da non trascurare. 

Manutenzione protesi provvisorie: ecco cosa fare

  • Le protesi provvisorie devono essere tolte e spazzolate ogni giorno dopo ogni pasto, per eliminare i residui del cibo, prestando particolare attenzione alla zona in cui la protesi incontra la gengiva.
  • La protesi provvisoria deve essere sempre umida/bagnata, soprattutto per l’installazione.
  • Nei primi giorni è consigliato aiutarsi per l’installazione con uno specchio.
  • La protesi provvisoria è molto fragile quindi può rompersi anche cadendo da pochi centimetri.
  • Non è consigliato consumare cibi duri o troppo caldi e appiccicosi. È bene masticare da ambo i lati e non usare i denti incisivi per tagliare i cibi (pane, frutta, ecc.).
  • Per abituarsi è bene cominciare con una dieta liquida/semiliquida, introducendo poco alla volta cibi morbidi e tagliati a pezzetti piccoli. Gradualmente si può arrivare ad un’alimentazione completa.

Nel periodo delle prime settimane le protesi provvisorie sono un pò scomode.
A causa del naturale riassorbimento dell’osso e delle gengive può accadere che la protesi perda la stabilità e l’aderenza che aveva inizialmente. Proprio per questo motivo la manutenzione protesi provvisorie è indispensabile per rallentare questo processo.