Rughe del pensatore

Le rughe del pensatore comunemente note anche come rughe dell’espressione, di solito appaiono come due linee profonde e verticali tagliate tra le sopracciglia o la ruga orizzontale visibile attraverso la fronte.

Rughe del pensatore

Le cause principali di queste rughe sono:

  • Il lavoro dei muscoli protesici e corrugatori;
  • Danni alla pelle dovuti alla frequente esposizione al sole;
  • Invecchiamento cutaneo;

Di solito si presentano causa le frequenti espressioni di rabbia. A causa di questa espressione del viso, le persone possono spesso essere fraintese e mal interpretate, il che è un problema nella comunicazione quotidiana con altre persone. La creazione delle stesse deriva dal modo sbagliato di utilizzare una serie di muscoli che una volta adottati non si possono più cambiare. Non possono essere rimosse completamente ma possono essere ridotte in modo significativo.

La scelta del trattamento è Botox perché è il più affidabile e dà i migliori risultati.

Il ruolo del Botox è di rilassare i muscoli riducendo il polso del sistema nervoso, ed il muscolo non più compresso, rendere la pelle rilassata e le rughe diminuite, mentre il viso assume un’espressione diversa. Nelle persone che subiscono un trattamento più forte l’effetto del trattamento è un po più breve rispetto a quelli con rughe scarsamente espresse.

Rughe del pensatore

L’effetto dura in media da 3 a 9 mesi e viene raccomandato successivamente una volta all’anno. La manutenzione non è necessaria se non se la desidera. Dopo il trattamento non c’è paura di lottare per peggiorare o diventare dipendenti da Botox. Quando il trattamento cessa di funzionare, tutto ritorna al suo stato originale.

Il trattamento è consigliato dopo gli anni ’30 perché riduce significativamente lo sviluppo delle rughe del pensatore. Oltre alle rughe tra le sopracciglia, una parte della fronte è trattata per il miglior risultato.
Oltre al Botox, i filler vengono utilizzati per lo stesso scopo, riempiono meccanicamente le rughe, ma a causa di possibili danni ai vasi sanguigni non sono completamente sicuri come lo è il botulino. Non è richiesto nessun recupero.