Cosa vedere a Pola

Pola è il più importante centro portuale della Croazia. È situato vicino alla base della penisola istriana e conta una popolazione di 62.000 persone circa, che la rende la città più grande dell’Istria. La sua attrazione più famosa è l’anfiteatro romano, che risulta ben conservato ed è uno dei luoghi più famosi di tutta la Croazia. Pula ha anche un aeroporto internazionale, con un grande numero di voli che si susseguono dal Regno Unito, dall’Irlanda e da altre città europee.

I luoghi di interesse

L’attrattiva più famosa di Pula è l’anfiteatro romano, chiamato anche “l’Arena”. Venne costruito durante il 1 ° secolo d.C. e completato sotto il regno dell’imperatore Flavio ed è il sesto anfiteatro più grande al mondo. La struttura, articolata su tre piani, ospitava circa 23.000 spettatori in epoca romana e oggi accoglie numerosi concerti ed eventi durante tutto l’anno, tra cui le proiezioni per il Pula Film Festival. A seguire l’Arco di Trionfo dei Sergi, che è stato costruito tra il 29 e il 27 a.C. in onore della famiglia Sergi che ha combattuto dalla parte di Ottaviano, che più tardi divenne imperatore Augusto, nella battaglia di Azio nell’attuale Grecia. L’Arco fu fonte di ispirazione per tantissimi artisti importanti, tra cui il grande Michelangelo. Restiamo sempre immersi nella storia romana col Tempio di Augusto, che è stato costruito durante 2-14 d.C. in onore dell’imperatore Augusto. Si trova in un sito accanto al quale sorgeva anche il Tempio di Diana – di cui è visibile oggi solo una piccolissima parte. Il tempio ospita al suo interno un gran numero di sculture romane. Il Forum, dove sorge il Tempio di Augusto, era in tempi antichi la piazza principale ed è ancora una piazza molto vivace, animata dai suoi numerosi caffè, luogo ideale per fare una bella passeggiata. La cattedrale, invece, è stata realizzata nel corso di diversi secoli, con la sua parete posteriore risalente al 4 ° secolo, il suo santuario del secolo successivo, la parte interna risalente al 15 ° secolo ed infine il campanile del 17 ° secolo. Porta Ercole, per finire, è il più antico monumento romano, in piedi dal 1 ° secolo a.C.

Qualche passo indietro

Tutto questo grande patrimonio romano ci fa intuire una storia molto antica. Già a partire dall’anfiteatro possiamo rintracciare l’origine romana di Pola; la sua storia infatti si estende molto, molto al di là di questo periodo, testimoniata da alcuni reperti archeologici nella zona che ci suggeriscono che la storia di Pola risale a 40.000 o anche a 1 milione di anni a.C. È stato tuttavia nell’11° secolo a.C. che Pula è diventata un centro importante, quando si insediò la tribù illirica Histri. Dopo l’espansione da parte dell’Impero romano in Istria nel 177 a.C., nel 40 a.C. Pola divenne una colonia romana e crebbe rapidamente negli anni tra il 27 a.C. e il 14 d.C. sotto l’imperatore Cesare Augusto. Durante questo periodo sono stati costruiti molti edifici importanti (tra cui l’anfiteatro) e la città è si è trasformata in un centro strategico ed economico per i romani.

Famosa per il suo anfiteatro che risale all’epoca romana, che ancora conserva intatto è una città turistica che oggi molto ha da offrire ai suoi visitatori. Se volete visitarla non preoccupatevi per le temperature perché è caratterizzata per lo più da un clima mite. La città è protetta da sette colline sulla parte interna di un ampio golfo e un porto naturale, anche questo ben protetto, che si apre a nord-ovest da due lati: dal mare e attraverso il canale di Fasana.

Le temperature durante tutto l’anno

È ovvio che il suo clima dipenda molto dalla sua posizione. Per quanto riguarda la sua area geografica, infatti, la città appare protetto da nord dalla catena delle Alpi e proprio per questo la temperatura non è mai troppo fredda. Il clima che caratterizza la zona è infatti subtropicale: un po’ umido ma molto piacevole, con una temperatura media di circa 24 ° C nel mese di agosto e di 6 ° C nel mese di gennaio. Le estati sono generalmente calde durante il giorno e più fresche durante la serata, anche se non è strano percepire le ventate di caldo occasionalmente anche in nottata. Purtroppo proprio per queste sue caratteristiche di clima temperato, a volte vi è molta umidità nell’aria. Temperature superiori ai 10 ° C durano per più di 240 giorni all’anno. Questa zona si caratterizza per due tipologie diverse di vento: la bora, che porta il freddo da nord durante l’inverno e lo Scirocco che da sud porta la pioggia in estate. Il ‘Maestral’, invece, è una brezza estiva che soffia dall’entroterra al mare. Nel resto della regione, Pola è conosciuta per il suo clima mite, il mare molto calmo e la natura incontaminata con una media di giorni di sole di 2.316 all’anno e 6,3 ore al giorno, con una temperatura media di 13,7 ° C nel mese di febbraio e 26,4 ° C nel mese di luglio e agosto; la temperatura del mare si aggira sempre attorno ai 7 ° C e 26 ° C.

La meta perfetta tutto l’anno

 

Insomma, grazie a queste sue caratteristiche climatiche, Pola si presta molto come meta per tutto l’anno. È il punto d’incontro perfetto, non solo per il clima, ma anche perché può offrire davvero tanto ai suoi visitatori. Innanzitutto una storia molto antica, i cui segni sono ancora visibili e ben conservati come nel caso dell’anfiteatro, da tutti conosciuto come “l’Arena”, o nel caso dell’Arco di Augusto. Ma Pola è tutta da scoprire non solo per questo, ma anche perché ha un paesaggio molto vario: dal mare alla montagna; un clima temperato ideale per tutti i suoi visitatori; piatti tipici chiaramente a base di pesce, data la sua vicinanza al mare; un vino che sta facendo furore in tutte le zone limitrofe; un’ottima cucina ad un prezzo accessibile a tutti. Pare che Pola sia proprio la meta perfetta tutto l’anno e per tutti i visitatori, soprattutto per chi non vuole soffrire il caldo…o il freddo.