Pedodonzia

La pedodonzia (odontoiatria pediatrica) è una disciplina dell’odontoiatria rivolta alla salute della bocca dei bambini e degli adolescenti dai 2 ai 16 anni.
Si sa che i bambini non amano andare dal medico e ne sono spesso intimoriti. Soprattutto se si tratta del dentista. Per questo è importante creare un ambiente in cui ogni bambino possa sentirsi rilassato, sereno e diventare collaborativo, che si tratti di una semplice visita o della cura di un dente.

Igiene orale e denti da latte

Molti genitori ci chiedono se l’igiene orale è importante anche nella fase dei denti da latte. Una corretta igiene orale in quel periodo è indispensabile, perché è possibile in questo modo prevenire anche l’insorgere di problemi nei denti permanenti. Fino a che permangono i denti da latte sarà indicato un dentifricio a basso contenuto di fluoro.

Pedodonzia dentale in Croazia

Quando la prima visita dal dentista

Un bambino dovrebbe iniziare a fare visite periodiche compiuti i 3 anni, e da quel momento sarebbe opportuno un controllo circa ogni 6 mesi. Tra i problemi più diffusi c’è ovviamente la carie, causata dalla frequente assunzionedi dolci e caramelle. Sono molti gli agenti che provocano l’erosione dello smalto e favoriscono la nascita di batteri che formano la carie: biberon, dolci, miele, latte, dolcificanti.

Noi genitori dovremmo insegnare ai bambini a curare l’igiene fin dal primo dentino, ma sappiamo che non è sempre facile farsi ascoltare. Non aspettare che tuo figlio abbia male ai denti.

Dai 4 ai 6 anni

Nel periodo dai 4 ai 6 anni può essere di fondamentale importanza verificare l’architettura cranio-facciale, per mettere a fuoco se esiste qualche problema che potrebbe divenire causa di:

  • denti storti;
  • malocclusione;
  • carie;

A proposito di carie oggi c’è oggi uno strumento che potrebbe essere d’aiuto ai genitori: il test di cario-recettività, che analizzando un campione di saliva, riesce a rilevare la presenza di eventuali batteri.

Pedodonzia dentale in Croazia

Paura del dentista

L’odontoiatra infantile (pedodonzia) tratta bambini anche molto piccoli grazie ad un approccio che mira ad instaurare un rapporto di fiducia e collaborazione. Sarebbe utile effettuare la prima visita dentistica quando il bambino non ha ancora mal di denti. Una soluzione potrebbe essere quella di accompagnarlo allo studio dentistico per eseguire un controllo della dentatura, consentendogli di prendere confidenza con la strumentazione utilizzata dal dentista. Così potrà mantenere il controllo della situazione e non assocerà la figura del dentista alla sensazione, seppur minima, di dolore.
Quando un bimbo è ansioso e fatica a mostrarsi collaborativo con il dentista, si ricorre ad una lieve sedazione. La sedazione può avvenire in diversi modi:

  • La più leggera è con il protossido d’azoto, un gas che si respira da una mascherina.
  • Possono essere somministrati ansiolitici per bocca o per via rettale.
  • Nei casi più difficili si può ricorrere ad ansiolitici per via endovenosa, procedura di cui si occuperà un anestesista esperto nel trattamento dei bambini.

Suggerimenti

  • Sarebbe buona norma fissare l’appuntamento con il dentista in giorni tranquilli e senza altri impegni per il bambino.
  • Suggerirgli di indossare la maglietta o le scarpe preferite, per creare in lui l’aspettativa che la visita dal dentista sarà un’esperienza piacevole.
  • Parlargli del dentista con positività e serenità e comunicargli che il dentista è una figura amica.
  • Stare accanto al bambino durante la prima visita per farlo sentire protetto e nel contempo rafforzare la sua sensazione di fiducia nei confronti del dentista.