Sterilizzazione

La sterilizzazione in termini tecnici si chiama “controllo delle infezioni crociate”, e significa controllo del passaggio di infezioni da un paziente all’altro. Nella quotidiana attività odontoiatrica questo controllo è fondamentale, soprattutto perché la cavità orale può essere una fonte importante di contaminazione a causa dell’alta carica microbica presente nella saliva. Alcuni strumenti sono monouso. Il bicchiere, la cannuccia aspirasaliva, il tovagliolo o i guanti in lattice vengono sostituiti al termine di ogni visita, ma tutti gli altri strumenti devono essere sterilizzati e testati.

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

Strumenti per la sterilizzazione a Pola in Croazia

L’igienizzazione degli strumenti

È un processo che in uno studio dentistico richiede molta attenzione. Rendere igienici e sterili gli strumenti significa rispettare dei rigidi protocolli europei, così da offrire ai pazienti il più alto livello di sicurezza. L’igienizzazione deve essere eseguita con accuratezza e comprende queste tre fasi principali:

  • Decontaminazione;
  • Pulizia;
  • Sterilizzazione;

Durante il processo di decontaminazione gli strumenti vengono immersi all’interno di un agente chimico disinfettante, per un tempo variabile che generalmente corrisponde a 30 minuti. Vengono poi decontaminati anche esternamente, grazie ad una soluzione alcoolica al 60%. La pulizia dello strumentario significa lavaggio degli strumenti con un detergente specifico. Dopo il lavaggio manuale si passa ad un lavaggio ad ultrasuoni, effettuato con appositi strumenti e macchinari. Durante il processo di sterilizzazione, la fase più importante, tutti gli strumenti sono trattati con molta precisione, anche nelle intercapedini più nascoste.

La sterilizzazione viene generalmente effettuata in autoclave e il vapore acqueo, saturo e sotto pressione, è il mezzo di sterilizzazione più usato in quanto il più veloce, economico e privo di alcuna tossicità.

Gli strumenti monouso – come aghi, siringhe, bisturi, strisce abrasive, guanti, mascherine – vengono utilizzati una sola volta e gettati via dopo ogni utilizzo, per eludere anche in questo caso possibili contatti con batteri e virus.

L’igiene e la sicurezza sono indispensabili. Anche ulteriori misure di sicurezza sono importanti, come lavare sempre le mani, utilizzare misure di protezione come indossare guanti, mascherine, cuffie, divise. Tutto il nostro team è vaccinato contro l’epatite B, tutti gli strumenti ed i macchinari che utilizziamo sono conformi alle normative.